Sea Marconi controlla le reti elettriche strategiche dei paesi del petrolio GCC 0

Posted on 13, February 2013

in Category Casi di successo


Sea Marconi controlla le reti elettriche strategiche dei paesi del petrolio GCC/case history Proprio pochi istanti fa sono arrivati presso il nostro laboratorio i primi campioni prelevati dai trasformatori del Golfo Persico grazie all’accordo triennale siglato da Sea Marconi con CEGELEC Saudi. L’accordo prevede la copertura diagnostica su circa 100 apparecchiature (power transformer, shunt reactor, auxiliary transformer, tap changer, earthing transformer) installate nei paesi del GCC (Gulf Cooperation Council): Kuwait, Arabia Saudita, Bahrain, Qatar, Emirati Arabi e Oman. Questo prestigioso incarico è stato assegnato a Sea Marconi a seguito di una
gara internazionale che ha visto primeggiare Sea Marconi grazie ai 45 anni di esperienza raccolta nella più grande banca dati privata e indipendente nel settore, l’accreditamento con validità internazionale, la piena conformità con le norme internazionali (IEC, CICRE, ecc.), l’indipendenza rispetto a costruttori di olio e di apparecchiature elettriche e l’impiego di tecnologie proprie BAT/BEP. Sea Marconi è dunque partner esclusivo per la gestione del ciclo di vita (LCM – Life Cycle Management) delle apparecchiature elettriche con fluidi isolanti, elementi nevralgici nel corretto funzionamento delle reti di interconnessione al alta tensione dei paesi del Golfo. In particolare i servizi offerti prevedono l’analisi e la diagnosi (Deosvision) dell’olio isolante e delle apparecchiature, con l’individuazione delle criticità funzionali o ambientali (es.: vita termica consumata, difetti termici o elettrici, degrado del fluido, presenza o degrado degli additivi, ecc.) e delle relative contromisure.

Sea Marconi è in grado di offrire una consulenza specialistica unica nel settore poiché tiene conto del più avanzato stato dell’arte normativo e dell’accreditamento internazionale che si riflettono in tutte le fasi dell’erogazione del servizio: il campionamento, l’analisi del fluido (e la relativa incertezza di misura), lo studio del trend, l’anamnesi, la valutazione dei segni e dei sintomi, di volta in volta comparati con i dati immagazzinati nella più grande banca dati in questo ambito. Tutto questo supporta i detentori di parchi macchine elettriche nella più corretta gestione del ciclo di vita in termini di sostenibilità ambientale, tecnica, economica e sociale.


Related Post

0 Comments

Leave a Message

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name*

Website

Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>