Currently Browsing : biomateriali

Progetto LORVER, conversione termochimica innovativa per la bioenergia 0

Impianto di conversione termochimica

Con la realizzazione dell’impianto di conversione termochimica, esempio di soluzione altamente innovativa, entra nella fase centrale il progetto LORVER (Lorraine Vert, cioè Lorena verde). Attualmente sono in corso di completamento le fasi di integrazione di sistema (con le previste fasi di collaudo) che saranno interamente svolte presso la sede principale della Sea Marconi a Collegno (TO). Le scelte progettuali e realizzative sono state indirizzate verso una soluzione impiantistica preassemblata, compatta, containerizzata, collaudata “in casa”, e facilmente installabile presso il sito operativo grazie al minimo ingombro e la minima predisposizione infrastrutturale necessaria.   Quando si concluderanno le fasi sperimentali, questa strategia [&hellip

Leggi tutto

Postato il 17, September 2013

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Innovazione tecnologica per la Green Economy: progetto Lorver 0

progetto-lorver1[1]

Il giorno 18 gennaio 2013 a Nancy in Francia si è tenuto il meeting programmato per discutere dello stato di avanzamento del progetto Lorver. Lorver (Lorraine Vert, cioè Lorena verde) è un progetto di ricerca finanziato dalla Regione francese della Lorena che si pone l’obiettivo di studiare una serie di tecnologie per il recupero del territorio valorizzandolo attraverso l’agricoltura, la produzione di bioenergia, in un’ottica completamente auto sostenibile.   Alla riuni­one hanno partecipato Vander Tumiatti, fondatore e socio accomandatario Sea Marconi, Luc Van Den Bogaert, sales manager Sea Marconi France e Francesco Lenzi Project manager Sea Marconi. Oltre allo stato di avanzamento del [&hellip

Leggi tutto

Postato il 18, February 2013

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Presentate le nanospugne, biomateriali rivoluzionari per un’agricoltura intelligente 0

nanospugne1[1]

Rassegna stampa (aggiornata al 18/01/2012 ore 11.39) Si è conclusa qualche ora fa (12/12/2011) presso l’Uni­one Industriale di Torino, la presentazione delle nanospugne funzionalizzate, materiali di origine organica capaci di migliorare sensibilmente la crescita e la conservazione di piante e prodotti dell’agricoltura in genere. Le nanospugne sono uno straordinario esempio di ricerca frutto della collaborazione fra aziende d’eccellenza, Sea Marconi e Green Has Italia, e l’Università (Facoltà di Agraria di Torino). Le nanospugne funzionalizzate (domanda di brevetto Sea Marconi) sono delle macromolecole derivate dall’amido con innovative e sorprendenti capacità di trattenere e rilasciare in maniera controllata le sostanze nutritive (ferro, zinco o [&hellip

Leggi tutto

Postato il 12, December 2011

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Nuova invenzione di Sea Marconi per la conversione di matrici carboniose in biomateriali e bioenergia con “CO2 Negativo – CO2N”. 0

schema impianto conversione matrici carboniose

L’ultima invenzione del 2010 della Sea Marconi si riferisce ad un impianto modulare per la conversione integrata di matrici carboniose al fine di ricavare e/o valorizzare “prodotti derivati“, “vettori energetici o bioenergetici”, “energia o bioenergia” con impatto ambientale basso o “CO2-neutrale – CO2n” o “CO2-Negativa – CO2N” e/o “Zero Emissioni – ZE”. Questa invenzione, con domanda di brevetto internazionale Sea Marconi, è principalmente basata sulla configurazione impiantistica di reattori rotanti multifunzione, posti in serie o parallelo tra di loro, in grado di realizzare i diversi processi di conversione nelle specifiche condizioni operative richieste. L’ideazione Sea Marconi è frutto di una intensa e continua attività [&hellip

Leggi tutto

Postato il 19, January 2011

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Bioenergia, bioprodotti, zero emissioni, CO2 negativa; Sea Marconi al convegno dei chimici di Lecce 0

locandina_chimici_lecce2[1]

Gli scorsi 16 e 17 settembre a Lecce, Sea Marconi è stata una delle autorevoli voci al Convegno nazionale organizzato dall’Ordine Interprovinciale dei Chimici di Lecce e Brindisi, con la partecipazione del Consiglio Nazionale dei Chimici e con la collaborazione degli Ordini di Bari, Foggia e Taranto. Il convegno – “AMBIENTE, SVILUPPO E RISORSE. La corretta gestione da parte degli operatori di settore” – ha visto confrontarsi diverse anime (accademiche, scientifiche, industriali) per discutere problematiche ambientali molto sentite sul territorio salentino. Vander Tumiatti, impegnato in prima persona nello sviluppo di nuove soluzioni per l’ambiente e la salute pubblica, ha mostrato alla [&hellip

Leggi tutto

Postato il 21, September 2010

nella Categoria Eventi

Nanospugne, microalghe, biomateriali, innovazione per l’ambiente 0

microalghe

All’interno del 7° Programma Quadro (FP7) è stato approvato il progetto europeo che vede Sea Marconi protagonista insieme a 12 tra aziende e organismi di ricerca a livello italiano ed europeo. Il titolo del progetto è BioAlgaeSorb (Enabling European SMEs to remediate wastes, reduce GHG emissions and produce biofuels via microalgae cultivation); i suoi obiettivi sono integrare diverse tecnologie per la depurazione di effluenti acquosi, l’utilizzo di residui organici e CO2, la produzione di bioenergia e biocomposti ad alto valore aggiunto, utilizzando la coltivazione di microalghe come elemento portante.   Sea Marconi partecipa fornendo il proprio know-how sulla pirolisi (tecnologia di pirolisi intermedia Haloclean) per applicazioni di [&hellip

Leggi tutto

Postato il 17, March 2010

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Haloclean BioEnergy al Forum Biomasse di Milano 0

haloclean fine2008

Gli scorsi 21 e 22 ottobre 2008 a Milano si è tenuto il Forum Biomasse organizzato dall’Istituto Internazionale di Ricerca. L’evento ha ospitato i principali player del settore per offrire ai presenti un quadro completo e imparziale sulla reale convenienza nella scelta di avvalersi di biomasse. Sea Marconi è stata co-protagonista dell’evento presentando la tecnologia Haloclean® BioEnergy, processo basato su pirolisi intermedia per la conversione di biomasse residuali in energia e calore. La forza di questa tecnologia sta nella (guarda la presentazione mostrata all’evento) dimensione degli impianti. Le apparecchiature per la conversione della biomassa sono infatti di piccola taglia (ad [&hellip

Leggi tutto

Postato il 3, November 2008

nella Categoria Ricerca e Sviluppo