Currently Browsing : ciclodestrine

2011 Nanospugne per i biocarburanti e la catalisi enzimatica 0

nanospugne

Il settore Ricerca e Sviluppo Sea Marconi è costantemente impegnato nella formulazione di nuovi tipi di nanaspugne funzionalizzate rivolte alle biotecnologie, alle catalisi enzimatiche ed in particolare a nuovi metodi di conversione di biocarburanti da microalghe (progetto europeo FP7-SME-2008-2-AG-243752-BioAlgaeSorb, http://www.bioalgaesorb.com/). Alcuni risultati, relativi a lavori svolti in collaborazione con l’Università di Torino sono stati recentemente pubblicati su autorevoli riviste scientifiche internazionali: 2) Dalton Trans. 2009 Sep 7;(33):6507-12. Epub 2009 Jul 14. Proprietà catalitiche di catecolo 1,2-diossigenase (da Acinetobacter radioresistente S13) immobilizzato su nanospugne. (Catalytic properties of catechol 1,2-dioxygenase from Acinetobacter radioresistens S13 immobilized on nanosponges). Di Nardo G.1, Roggero C.2, Campolongo S.1, Valetti F.1, [&hellip

Leggi tutto

Postato il 1, March 2011

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

2011 Nuove frontiere delle nanospugne: agroalimentare, conservazione dei fiori e frutti 0

nanospugne

La Sea Marconi continua nel 2011 l’intensa attività di ricerca e sviluppo sulle nanospugne funzionalizzate. Recentemente ha anche sviluppato nuove formulazioni per applicazioni in campo agroalimentare in particolare per la conservazione di fiori e frutti con il potenziamento delle proprietà anti invecchiamento (principio anti etilenico). Alcuni risultati, relativi a lavori svolti in collaborazione con l’Università di Torino sono stati recentemente pubblicati su autorevoli riviste scientifiche internazionali: 1) Postharvest Biology and Technology 59 (2011) 200–205 Elsevier 15/08/2010: Effetti del 1-MCP in nanospugne a base di ciclodestrine per incrementare la vita in vaso di fiori recisi di Dianthus Caryophyllus (The effects of 1-MCP in [&hellip

Leggi tutto

Postato il 1, March 2011

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Primi successi del Progetto BIOInNANO: la ricerca Sea Marconi non è mai ferma 0

laboratorio analisi

La Ricerca Sea Marconi continua a ricevere segnali estremamente positivi. Infatti, le prime selezioni relative al Bando Made in Italy del Ministero dello Sviluppo Economico ci hanno premiato giudicando il progetto BIOInNANO con un ottimo sesto posto in graduatoria. Questo risultato, da condividere con gli altri partner, è inserito nella sottoarea “Materiali Innovativi ed Intelligenti”, si veda la G.U. n. 155 del 6-7-2010 – Suppl. Ordinario n.147 – www.gazzettaufficiale.it).   BIOInNANO ha l’obiettivo di sviluppare, fino allo stadio prototipale, substrati tessili innovativi e multifunzionali (e le relative tecnologie di produzione) per applicazioni che vanno dall’abbigliamento sportivo a quello tecnico-protettivo, ai dispositivi di protezione individuale, ai [&hellip

Leggi tutto

Postato il 18, August 2010

nella Categoria Ricerca e Sviluppo

Nanospugne Meeting: la prima giornata di studio sulle nanospugne 0

meeting nanospugne

Nella giornata del 15 maggio 2008, presso la sede della Sea Marconi Technologies sas di Collegno, si è tenuto il Nanospugne Meeting, la prima conferenza scientifica sul tema delle Nanospugne. Sea Marconi, da sempre attiva nella Ricerca & Sviluppo di nuovi prodotti e di nuove tecnologie, da anni investe e crede fortemente nel “Progetto Nanospugne”.   Cliccando qui potrete consultare l’Agenda della giornata Le Nanospugne sono macromolecole che derivano dall’amido, sono di forma sferica, non tossiche e caratterizzate da numerose nano-porosità; gli studi condotti ed i risultati ottenuti da ogni singolo gruppo di ricerca, confermano la straordinarietà e le potenzialità di [&hellip

Leggi tutto

Postato il 3, June 2008

nella Categoria Eventi, Ricerca e Sviluppo

Nanospugne, ‘Tecnologia del mese’ in Germania 0

nanospugne

Un’azienda italiana, la Sea Marconi, in collaborazione con l’Università di Torino, ha sintetizzato e brevettato un particolare tipo di macromolecole, le nanospugne, sviluppate a partire da oligosaccaridi naturali, le ciclodestrine. Questi composti possono essere impiegati in svariati settori grazie alla loro particolare struttura che permette di assorbire numerosissime sostanze, trattenerle e rilasciarle in maniera controllata. Finora, gli studi che hanno dato i risultati più promettenti appartengono ai campi del trattamento dei farmaci. Al fine di ampliare gli studi in questo settore, si sono strette profonde collaborazioni con altri istituti accademici. Stabilita la non tossicità di queste macromolecole, è stata esaminata [&hellip

Leggi tutto

Postato il 14, June 2007

nella Categoria Ricerca e Sviluppo