Currently Browsing : composti solforati

Rimozione PCB e zolfo corrosivo senza DBDS (C2) – Francia 2010

Fingerprint dell'olio. Si evidenzia la presenza di composti solforati responsabili della corrosività dell'olio

Acciaieria con 8 apparecchiature elettriche con olio isolante Caratteristiche tecniche del trasformatore: Costruttore: xxx Anno: 1973 Potenza [MVA]: 85 Tensione [KV]: 63 Massa olio [Kg]: 18.150 Tipo di olio: naftenico blendato Trattamento di depolarizzazione selettiva (Chedcos) per la rimozione dei composti corrosivi solforati e trattamento di dealogenazione (CDP Process®) per la rimozione dei PCB in modalità on-load (trasformatore sotto tensione e sotto carico durante tutto il trattamento). Prima del trattamento Dopo la depolarizzazione selettiva Sea Marconi PCB* [mg/Kg] 151 17 TCS DBDS Eq. [mg/Kg] 172 < 10 CCD Corrosivo NON Corrosivo Cu 32 5,18 TAN [mg KOH/g] 0,131 0,01 Colore 6.5 2 *La garanzia concordata era PCB < [&hellip

Leggi tutto

Postato il 31, May 2013

nella Categoria

Rimozione zolfo corrosivo senza DBDS (C2) – Francia 2012

Il trattamento di depolarizzazione selettiva si dimostra efficace contro la corrosione a differenza di quello con terre follari

Il classico trattamento con terre follari si dimostra totalmente inefficace contro lo zolfo corrosivo Caratteristiche tecniche del trasformatore: Costruttore: xxx Anno: 1969 Potenza [MVA]: 14 Tensione [KV]: 63 Massa olio [Kg]: 4.200 Tipo di olio: Esso Univol 54   Il trattamento con terre follari (NON da Sea Marconi) non ha prodotto alcun risultato contro lo zolfo corrosivo   Trattamento di depolarizzazione selettiva (Chedcos) per la rimozione dei composti solforati (NON DBDS) responsabili della corrosione.     Prima dei trattamenti Dopo il trattamento con terre follari Dopo il trattamento di depolarizzazione selettiva Sea Marconi Colore 4 3.7 1 TCS DBDS Eq. [mg/Kg] 55 [&hellip

Leggi tutto

Postato il 31, May 2013

nella Categoria

Rimozione zolfo corrosivo senza DBDS (C2) – Italia 2011

Fingerprint dell'olio. Composti corrosivi dello zolfo

Centrale termica con 8 trasformatori elevatori Caratteristiche tecniche dei trasformatori: Costruttore: xxx Potenza [MVA]: 370 Tensione [KV]: 400 Massa olio [Kg]: 58.000 Tipo di olio: olio blendato Le analisi e diagnosi del 2011 hanno evidenziato: Zolfo totale = 5700 mg/Kg TCS (Total Corrosive Sulfur) = 104 mg/Kg (DBDS eq.) CCD Test = corrosivo DBTP (dibenzotiofene) = 42 mg/Kg Agosto 2011: Avaria con scoppio e incendio   Diagnosi, prognosi con raccomandazione di eseguire il trattamento di depolarizzazione selettiva (Chedcos) per la rimozione dei composti solforati (NON DBDS) responsabili della corrosione

Leggi tutto

Postato il 31, May 2013

nella Categoria

L’IEEE pubblica lo studio Sea Marconi sulla quantificazione dei composti solforati 0

IEEE Transaction Dielectrics and electrical insulationsIEEE Transaction Dielectrics and electrical insulations

L’ultimo numero dell’IEEE Transaction on Dielectrics and Electrical Insulation (vol. 19 n. 5 Ottobre 2012), la prestigiosa pubblicazione dell’IEEE, ha pubblicato lo studio condotto da Sea Marconi in collaborazione con l’Università del Missouri Rolla. Il nostro lavoro chiarisce e fa il punto sui metodi di quantificazione dei composti solforati negli oli nuovi ed in esercizio. In dettaglio il titolo del nostro articolo “IEC 62697-2012: State of the art methods for quantification of DBDS and other corrosive sulfur compounds in unused and used insulating liquids” di Tumiatti, V. Roggero, C., Tumiatti, M., Di Carlo, S., Maina, R. per la Sea Marconi e Kapila, S. dell’università del [&hellip

Leggi tutto

Postato il 30, November 2012

nella Categoria Norme e leggi

Sea Marconi pioniera nello studio della corrosione correlata a composti solforati e NON 0

bivio_zolfo-corrosivo

Prosegue la collaborazione fra Sea Marconi, l’Università di Torino1 (Dip. Chimica analitica), quella statunitense “Rolla” del Missouri2 e l’istituto di ricerca serbo “NIKOLA TESLA”3. I lavori sono frutto del brillante risultato raggiunto, noni su centocinquanta, a seguito della partecipazione ad un bando promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico per favorire l’integrazione fra Università e imprese a livello internazionale. Gli studi, iniziati alla fine dello scorso anno, proseguiranno fino a maggio 2011. Il progetto vuole indagare il fenomeno della formazione e presenza di contaminanti metallici nei liquidi isolanti utilizzati in apparecchiature elettriche di grande potenza ed elevata tensione (trasformatori, reattori, raddrizzatori) presenti nelle reti di [&hellip

Leggi tutto

Postato il 4, June 2010

nella Categoria Ricerca e Sviluppo